-Gigi Faina-42×42 Born To Run-Un impresa Epica

-Correre 42 Km al giorno Per 42 giorni consecutivi è la mia sfida-

Facebooktwittergoogle_plus

Quarantadue maratone in quarantadue giorni. Una corsa a perdifiato attraverso l’Europa. Con un prologo, quanto mai significativo, all’Unesco Cities Marathon. Il lungo viaggio di GiacomoGoina – chiamato 42×42 Born to Run – inizierà il 17 aprile da Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste. L’obiettivo? Arrivare in Piazza Syntagma ad Atene il 29 maggio. Dopo aver corso 42 maratone in 42 giorni. Giacomo, 27 anni, triestino di Sistiana, ex calciatore di Prima Categoria, poi diplomato in danza all’Accademia “Paolo Grassi” di Milano, sperando di avere  al seguito un camper, dove riposerà al termine di ogni maratona, un massaggiatore, che lo rimetterà in sesto dopo ogni fatica, e un videomaker, che racconterà la sua storia passo dopo passo.

Cos’è 42×42 BORN to RUN?

E’ una corsa. E’ il coraggio di stabilire una meta da raggiungere. E’ la forza di lavorare tutti i giorni per andare a prendersela. E’ il sudore. E’ la gioia. Ho deciso di affrontare un viaggio contro corrente e contro il tempo, viaggiando alla ricerca di un’origine.

Nel mio sogno il movimento, il cammino, il viaggio si fondono nella corsa, nella maratona con la fatica e il sudore che la caratterizzano, e allora mi sono detto, perchè non provare a correre da Trieste, la mia città, fino ad Atene, entrambe simbolo di un traguardo da raggiungere.

Quando?

Partirò il 17 aprile 2017 da Piazza dell’Unità d’Italia e arriverò in Piazza Syntagma ad Atene il 29 maggio 2017 dopo aver percorso 42 tappe di 42 km ciascuna, concludendo con l’epico percorso da Maratona, la città della gloriosa battaglia del 490 a.C, ad Atene!

Chi? Come?

AAA Cercasi Camper!!!

Abbiamo bisogno di una casa mobile in cui viaggiare per avere a disposizione una casa in ogni luogo in cui mi fermerò.

2 Angeli custodi a prendersi cura di me

Cerchiamo inoltre un videomaker che mi aiuterà a raccontare la mia storia passo dopo passo e un massaggiatore personale che dovrà farmi recuperare e rimettermi in strada ogni santo giorno.

7 Paesi da attraversare

Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Albania, Grecia

42 Tappe

Mi fermerò esattamente in un luogo simbolico che tracceremo direttamente sulla strada dopo aver percorso i 42 km giornalieri. Da lì ci sposteremo col camper in qualche campeggio oppure direttamente nella piazzola più vicina per ripartire e proseguire il giorno dopo dallo stesso punto!

2 Città da “unire”

Trieste, città dalle mille identità e Atene, la culla della civiltà

1 Runner

Perché?

Viviamo un periodo di grandi mutamenti sociali e il fiume in piena delle migrazioni delle genti è una rappresentazione plastica delle diverse sfaccettature della complessità in cui viviamo.

In questa impresa mi accompagneranno idealmente le storie di emigrazione ed esodo nel mondo: quelle di chi sceglie di andare per conoscere, di chi deve andare in cerca di un lavoro, quelle di chi è costretto ad andare e fuggire lasciando tutto dietro di se nella sola speranza di un futuro da vivere.

“E’ questo in fondo l’unico coraggio che si richieda a noi: essere coraggiosi verso quanto di più strano, prodigioso e inesplicabile ci possa accadere”.

Rainer Maria Rilke               


La maratona infinita di Giacomo Goina unirà idealmente Trieste, città dalle mille identità, e Atene, culla della civiltà, dopo una corsa che toccherà sette nazioni: Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Albania e Grecia. La quarantaduesima tappa dell’infinito viaggio di Giacomo Goina si svilupperà sull’epico percorso da Maratona, città della gloriosa battaglia del 490 a.C., ad Atene. Le strade della Storia, tra Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia, saranno il viatico che porterà Giacomo ad immergersi nella dimensione del mito.

I NUMERI – L’Unesco Cities Marathon ha superato, nel complesso delle gare che la compongono, i 1.400 iscritti. Oltre 500 i runners friulani. Diciannove le nazioni rappresentate al via; quattro i continenti (manca solo l’Oceania). Tra gli iscritti ci sono persino quattro atleti provenienti dal Sudafrica. La società con più partecipanti è la Jalmicco Corse (50 atleti). Poi viene la Marathon Cremona (42) e il Gs Leone San Marco di Pordenone (37).  Gli atleti meno giovani in gara nella maratona sono il bergamasco Enzo Riva, classe 1939, e la cremonese Colomba Ceruti (1950). I più giovani? La slovena Ana Simec (1990) e il veneziano Andrea Lorenzetto (1995). L’Unesco Cities Marathon sarà un evento speciale per l’austriaca Heidi Riepl, che proprio domenica 26 Marzo ha compito 50 anni. Compleanno, tra i maratoneti, anche per il bolognese Paolo Balboni (1955).

Commenta questo articolo
28 marzo, 2017|

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Adsense

Prossimi eventi

RSS 3000sport

Articoli recenti