MONDIALI PISTA – PIAZZAMENTI IMPORTANTI PER LA GIOVANE ITALIA DELLA PISTA

Facebooktwittergoogle_plus

Al suo primo omnium mondiale, Consonni sfiora il podio: “E’ una buona partenza per guardare al futuro” dice il CT VillaLe giovani Barbieri e Confalonieri debuttano nel madison élite e conquistato la Top Five. Valsecchi e Pattaro si migliorano nell’inseguimento individuale. La giovane Miriam Vece lancia ottimi segnali per il futuro delle discipline veloci.

 

 

La terza giornata dei Campionati del Mondo su Pista in corso a Hong Kong ha dato all’Italia piazzamenti importanti. Spiccano il quarto posto di Simone Consonni nell’omnium olimpico, il quinto di Maria Giulia Confalonieri e Rachele Barbieri nel madison donne, l’ottavo di Silvia Valsecchi nell’inseguimento individuale (15^ Simona Pattaro). Brava anche Miriam Vece, 16^ nei 500 mt.

 

Da Viviani a Consonni: nel suo primo omnium mondiale Consonni è quarto.

Simone Consonni sfiora il podio nell’omium, e si conferma degno erede di Viviani nella specialità olimpica. Un po’ di delusione c’è ma se si considera che questo è il suo primo mondiale nell’omnium è un risultato veramente da evidenziare.

“Un po’ di delusione va bene – dice il CT Villa – Si corre per vincere ed è giusto ma è il suo primo mondiale nell’omnium e riuscire a fare un quarto posto in una rassegna iridata e in un torneo in cui i primi tre sono andati veramente forte è una buona partenza per guardare al futuro e lavorare per migliorare là dove è necessario”.

 

Il torneo di Consonni – Dopo aver contribuito alla conquista del prezioso bronzo nell’inseguimento a squadre, Simone Consonni è stato sempre nel vivo della lotta per le posizioni di vertice. Brillante terzo nello scratch, ha pagato pegno nella gara a tempo (12°) ma si è poi subito rifatto con il secondo posto nell’eliminazione.

 

Simone si è presentato all’ultima prova della corsa a punti in quarta posizione, a pari punti con il neozelandese Aaron Gate nella classifica parziale. Nel carosello conclusivo si è scatenata la bagarre. Protagonista assoluto proprio Gate, che si è portato in testa a uno sprint dal termine, ma il francese Thomas ha trovato il guizzo giusto per superarlo in extremis per soli due punti. Lo spagnolo Albert Torres Barcelo, forte del vantaggio acquisito nelle tre prove precedenti, è riuscito a salvare il terzo posto, lasciando Consonni ai piedi del podio.

Domani l’azzurro correrà il madison in coppia con Bertazzo.

 

Madison Donne – Le giovani Barbieri e Confalonieri nella Top Five

La coppia belga Lotte Kopecky – Jolien D’hoore ha conquistato il primo oro nel Madison femminile con 44 punti. Argento alla gran Bretagna (Barker-Nelson) con 34 punti e bronzo all’Australia (Cure-Manly) con 25 punti. In questa ottica, visto le nazioni andate a podio, è da mettere ben in evidenza il quinto posto della giovane coppia azzurra, al debutto in un mondiale élite, Rachele Barbieri (neo campionessa del mondo nello scratch) e Maria Giulia Confalonieri. Le azzurre, già terze in coppa del mondo, si sono piazzate alle spalle della Nuova Zelanda (14 p.): un risultato che fa ben sperare nel futuro della specialità.

 

Le azzurre che inseguono e si migliorano

Silvia Valsecchi chiude il suo torneo dell’inseguimento individuale con l’ottavo tempo nell’inseguimento individuale 3’33”088 lo stesso piazzamento di Beatrice Bartelloni ai Mondiali di Londra 2016 in 3’40”394 ma con un miglioramento di oltre sette secondi.

Da evidenziare inoltre il crono di Francesca Pattaro, che chiude 15esima in 3’37”531, registrando un tempo migliore della Bartelloni nel 2016.

 

La statunitense Chloe Dygert con 3’22”920 ha sfiorato addirittura nelle qualifiche il record del mondo di 3’22”269 stabilito nel 2010 ad Aguascalientes, in Messico, dalla statunitense Sara Hammer. Poi ha vinto la finale dell’oro in 3’24”641 contro l’australiana Ashlee Ankudinoff, bronzo alla statunitense Kelly Catlin in 3’30”365, fuori dal podio proprio la Wiasak.

 

Miriam Vece, vent’anni il 16 marzo, al suo debutto ai mondiali élite registra un sedicesimo posto nei 500 metri (34.822): l’Italia torna di nuovo ad esserci nelle prove veloci. Il piazzamento di Miriam, nonostante non le permetta di superare le qualifiche, mette in luce suo talento e getta le basi per guardare al futuro con grande fiducia.

 

 

Le Medaglie azzurre

ORO – RACHELE BARBIERI SCRATCH

ARGENTO – FILIPPO GANNA INSEGUIMENTO INDIVIDUALE

BRONZO – QUARTETTO AZZURRO (Bertazzo, Consonni, Ganna, Lamon, Scartezzini, Riserva- Giordani)

 

DOMENICA 16 APRILE – PROGRAMMA E AZZURRI IN GARA

4:00 – 5:10

W – Keirin- 1° round e recuperi –

M – Km da fermo – Qualificazioni

 

8:00 – 11:00 (live Eurosport1 e RaiSport1)

W – Keirin – 2° round, 7-12 Posto, Finale e Premiazioni

W – Corsa a punti – Finale e Premiazioni – GIORGIA BRONZINI

M – Km da fermo – Finale e Premiazioni

M – Madison – Finale e Premiazioni – BERTAZZO – CONSONNI

 

 

Le schede degli azzurri al link: http://magliaazzurra.federciclismo.it/it/hierarchical_persons_page/i-convocati-per-i-campionati-del-mondo-pista-2017/d993f99f-63cf-4f0d-a0d6-6aee46e50d19/

 

Commenta questo articolo
Facebooktwittergoogle_plus
15 Aprile, 2017|

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.