Facebooktwitter

La Timavo di Monfalcone, rinnovava domenica il suo consiglio direttivo, con 290 soci votanti (121 con delega), che eleggevano 11 elementi dei quali 6 alla loro prima esperienza, e che nella loro prima riunione si spartiranno le cariche.

Tra gli eletti un nome di spicco del canottaggio azzurro degli anni 80/90, quella Cristiana Metta (madre di due giovanissime promesse della canoa monfalconese), che con i colori della Nettuno prima e del Saturnia poi, è stata molte volte campionessa d’Italia, ma soprattutto, finalista mondiale junior 1988 a Milano e 1989 a Szeged, e per la quale, la Presidenza del club bisiaco rappresenterebbe un effettivo cambio di rotta e di mentalità a favore dello sport.

Un direttivo, quello della Timavo, composto da realtà del diportismo nautico, del remo e della pagaia, che dovranno trovare il giusto amalgama per una società lanciatissima verso il canottaggio e la canoa che conta, vicini al traguardo del centenario della società del Brancolo. 

Facebooktwitter