Adsense

Prossimi eventi

  1. memorial vecchiatto locandina evento
  2. calvario alpi run

    – Calvario Alpin Run 2017

    26 novembre, 2017 @ 7:30 am - 1:30 pm

RSS 3000sport

Articoli recenti

Pole dance – Sulle ali di una farfalla

Quando e come è nata questa disciplina che richiede grande forza muscolare e grazia

  • PoleDance_Elisa

Pole dance – Sulle ali di una farfalla

POLE DANCE – Armonia, grazia, forza ed elasticità

Se dico Pole Dance a molti di voi verrà in mente l’immagine mutuata dalla Tv e dai film e cioè la Lap Dance, ma non sono la stessa cosa.

La Pole Dance moderna nasce effettivamente nei nigth club per poi approdare nelle palestre americane ed arrivare prepotentemente in questi anni anche nelle nostre palestre.

E’ un’attività sportiva fatto da un mix armonioso di danza, ginnastica, figure acrobatiche condita con una colonna sonora accattivante. Il tutto richiede notevoli doti di forza,coordinazione, agilità, scioltezza, flessibilità e non poca resistenza.

ORIGINI

Le origini di questa attività risalgono a quasi 100 anni fa,attorno al 1920 in America, durante la grande depressione. Prima nel circuito circense, dove i cinesi presentavano già esibizioni di danze acrobatiche utilizzando un palo e dove sembra ci siano state le prime interazioni/contaminazioni da parte delle acrobate americane.

Attualmente viene ancora utilizzato il palo cinese, più grosso degli attuali pali da pole dance e con un rivestimento in gomma. Viene utilizzato dai circensi per eseguire figure spettacolari e molto complesse, arrampicandosi facilmente fino ad altezze anche di 6 metri, esibizioni composte anche da più persone in contemporanea.

Altre fonti indicano invece la pole dance come sport che deriva direttamente dalla Mallakhamb, una pratica che nasce nel dodicesimo secolo in India. E’ uno sport tradizionale, che utilizza una pertica di legno sulla quale si esibiscono solitamente degli uomini.

Non ci sono notizie certe, invece, riguardo l’introduzione della pertica nei night club. Si suppone sia un naturale evoluzione di questa attività con la cultura del divertimento e degli spettacoli Burlesque, visto che alle volte si utilizza un palo per danzare in modo sexy.

Per imparare ad eseguire correttamente ed elegantemente le 140 figure previste serve impegno, dedizione ed una buona preparazione fisica per incrementare forza, resistenza, flessibilità e coordinazione. Un lavoro ginnico completo che consente di bruciare calorie e di tonificare tutto il corpo.

IL PALO

Le dimensioni del palo hanno circonferenze variabili da 38 a 50mm. La dimensione corretta dipende dalle caratteristiche dell’individuo, dalle dimensioni delle mani, dalla sua costituzione e forza muscolare ed altre variabili. La scelta quindi diviene spesso soggettiva.

Attualmente durante i campionati si utilizzano due tipi di palo, uno statico ed uno spinning con misure prevalentemente di 45mm che offre un buon compromesso tra i diametri disponibili.

GARE

Il primo Campionato Italiano di Pole Dance si è svolto a Roma nel 2010, promosso dalla Federazione Italiana di Pole Dance.Nel 2011 la FISAC Gym ha organizzato l’Italian Pole Championship portando le regole della ginnastica nella pole dance e strutturandolo in maniera più rigida.

Il primo Campionato Mondiale di Pole Dance si è svolto nel 2005 ad Amsterdam organizzato dalla “Pole Passion”.

PERCHE’ FARE LA POLE DANCE?

PoleDance Elisa Marina Julia 2016


La pole dance è uno sport molto intenso e completo. Si lavora sul potenziamento muscolare e quando si sale sul palo ci si allena senza neanche accorgersene. Ti mette sempre alla prova, ma puoi fissare degli obiettivi e raggiungerli anche abbastanza in fretta e questo ti spinge ad andare avanti e fare sempre di più.

Già nei primi tre mesi di allenamento si possono vedere i primi risultati specialmente nella parte superiore del corpo. Si modellano le spalle, la schiena e le braccia si rassodano . Il punto vita si assottiglia per dare spazio agli addominali. Anche gambe e glutei lavorano intensamente per aiutarci a salire sul palo da pole dance e appendersi. Il fisico si scolpisce e si diventa più forti e resistenti.


Se fate la pole dance per divertimento è sufficiente fare solo quello. Se invece l’intenzione è quella di esibirsi o gareggiare allora sono consigliate attività supplementari quali la corsa per aumentare il fiato e la palestra per potenziare i muscoli.

L’allenamento funzionale ad esempio è un ottimo metodo per lavorare sulla resistenza, potenza ed esplosività, due caratteristiche importantissime nella pole dance.

E GLI UOMINI STANNO A GUARDARE?

PoleDance Clemy_Elisa

 

No ovviamente ! Visto l’espandersi di questa attività sportiva nel campo femminile è arrivata anche quella maschile per tutti gli uomini dai 20 a 60 anni.

Una nota palestra Milanese ha proposto “Men on the pole “. Un intenso allenamento studiato apposta per i fidanzati/mariti che vedendo le rispettive consorti praticare la Pole Dance ed essere in splendida forma, per quelli stanchi del body building o che cercano nuovi stimoli.

PoleDance Clemy_x4

PoleDance Clemy_Elisa2

E’ un allenamento per veri duri, che prevede un riscaldamento stile bootcamp ed una serie di tecniche al palo, sollevamenti e resistenza, che lasciano senza fiato. Se siete fanatici degli addominali scolpiti , se volete un corpo tonico, iscrivetevi ai corsi di Pole Dance, un ottimo metodo per rimanere o tornare in forma .

PoleDance Clemy_bandiera

 

Nella nostra regione possiamo vantare diverse scuole dedicate alla Pole dance, anche nella versione maschile definita “Power Pole” e presentata in provincia di Gorizia dal nostro amico e trainer Clemy Tondi.

 Clicca qui se vuoi contattare Clemy Tondi su Facebook

PoleDance Logo

 

 

<< Segui su FB

 

 

CREDITS:

Ringraziamo “My Life is Pole” nella persona di Elisa Grudina e Clemy Tondi per le foto e video

Claudio Calligaris

Commenta questo articolo
16 settembre, 2017|Sport meno conosciuti|

Leave A Comment