-Speleologia e Canyoning-Due attività che suscitano sempre più interesse in FVG-

Oggi cercheremo di spiegarvi cosa differisce e cosa accomuna queste due attività-

-Speleologia e Canyoning-Due attività che suscitano sempre più interesse in FVG-

Facebooktwittergoogle_plus

Amici lettori di Sport Magazine Fvg, oggi vorremmo parlarvi della Speleologia unita al Canyoning, cercheremo di spiegarvi di cosa trattano queste due attività in cosa si accomunano e in cosa differiscono, ovviamente vi diremo dove vengono praticate in regione.

Ma partiamo dalle definizioni delle singole parole:

Cosa si intente per il termine SPELEOLOGIA ??

 

Il termine Speologia è Stato coniato alla fine del secolo scorso Dal Francese Alfred Martel.

Esso deriva dal greco speleaion che significa “grotta o caverna” e logos, tradotto “scienza”, quindi Speologia significa scienza che studia le grotte.

 

 

E per il termine CANYONING o TORRENTISMO?

Il torrentismo (o canyoning) è uno sport acquatico che consiste nella discesa di strette gole (o canyon o forre) percorse da piccoli corsi d’acqua, tipicamente torrenti con buona portata d’acqua. A differenza di altri sport acquatici con cui spesso viene confuso (rafting, kayak, hydrospeed, o canoismo a causa del nome inglese “canoeing”) si percorre il torrente a piedi, senza l’ausilio di gommone o canoa.

L’ambiente in cui si svolge, comunemente detto forra, è per sua stessa natura inospitale. Un percorso di torrentismo si svolge all’interno di gole profondamente scavate nella roccia, caratterizzate in genere da forte pendenza. Gli ostacoli sono quindi costituiti da cascate, salti di roccia, scivoli, corridoi allagati, laghetti. È quindi impossibile la progressione a ritroso. L’uscita dal canyon avviene solo al suo termine o in corrispondenza di scappatoie, se presenti.

Lo sport si svolge in gruppo, composto in genere dai 4 agli 8 torrentisti. Il torrentismo non è necessariamente uno sport estremo. Come per altri sport esistono percorsi di varia difficoltà, dai più semplici canyon d’iniziazione ai percorsi estremi invernali. Con la giusta preparazione tecnica, una discreta preparazione atletica e un po’ d’esperienza, si può godere in tutta sicurezza della bellezza di luoghi incontaminati e del piacere di uno sport praticato all’aria aperta.

 

 

SPELEOLOGIA VS TORRENTISMO (O CANYONING)

 

Fare Canyoning  (o torrentismo, come sarebbe meglio chiamarlo in Italia) è praticamente come andare in una grotta senza “tetto”. Come la grotta è formata da un’erosione dovuta alle acque, la forra non è altro che l’erosione di una superficie di solito calcarea o dolomitica e un approfondimento del solco dell’acqua. L’analogia è quindi evidente, molte volte le forre tagliano complessi di grotte, oppure all’interno delle forre si trovano accessi alle grotte.

IL TORRENTISMO E LA SPELEOLOGIA IN FVG

In Europa, insieme ai Pirenei e all’Alta Savoia, il Friuli Venezia Giulia è probabilmente la zona più rappresentativa, sia per quanto riguarda le forre che le grotte. Non a caso il “carsismo” deriva dal Carso, la zona sopra Trieste.

 Il Friuli Venezia Giulia è una regione con calcari molto importanti, una storia geologica importantissima, che viene studiata da esperti da tutto il mondo, specialmente la Carnia, perchè la Carnia permette uno studio della geologia che in altri posti prevederebbe una movimentazione dell’equipe su un’area molto più vasta. Invece in Carnia, in pochissimo spazio, si riescono a fare esperienze uniche.

IL LATO LUDICO (1): L’ESPERIENZA DEL TORRENTISMO

L’escursione canyoning, che comunque prevede una parte divulgativa di fondo, è un’attività particolarmente coinvolgente. Ci sono la componente acqua e la componente “aria”; quando ci sono delle distanze verticali da percorrere, queste vengono colmate, seguendo lo scorrere del fiume, in due modi: o scendendo in corda, che è un aspetto estremamente ludico/divertente dell’attività o, dove possibile, anche tuffandosi e dunque “giocando” all’interno della natura.

A volte con il canyoning, succede che l’attività venga presa sotto gamba, non considerando i rischi che ci possono essere alla base; è per questo motivo che è necessario che ci sia una guida esperta, con conoscenze del luogo e conoscenze tecniche, che abbia bene in mente il concetto di sicurezza di tutti i partecipanti.

L’escursione è sempre giocosa, divertente, porta a scoprire cose che non si potrebbero vedere altrimenti, paesaggi da favola, ambienti completamente differenti da quella che può essere una passeggiata nel bosco.

Quando le persone lo provano scoprono che dà soddisfazione, diventa quasi una droga.

 

 

Il torrentismo (o canyoning) è un’attività estremamente valida anche per l’aspetto mentale: facendo un’attività del genere ci si impegna anche mentalmente ad apprezzare quello che ci circonda e viene cancellato tutto il resto. Si spegne il cervello per una giornata perchè la concentrazione viene utilizzata per l’attività che si sta facendo.

Si tratta infine di un’attività adatta a tutti. Per ogni età poi ci sono delle peculiarità di cui tenere conto. Per i giovani la parte adrenalinica sarà più importante, quindi percorsi e situazioni dovranno comprendere una forte dose di adrenalina. Persone più mature vanno invece a cercare i contenuti: vogliono scoprire il proprio territorio o il territorio dove stanno trascorrendo un periodo, andando a vedere quali sono le caratteristiche geomorfologiche, di habitat, di specie animali, ecc.

IL LATO LUDICO (2): LO SPELEO-TREKKING – IN COSA SI DISTINGUE DA UNA NORMALE VISITA TURISTICA ALLE GROTTE?

Rispetto alle grotte turistiche, un’escursione speleologica a tutti gli effetti permette a chiunque di affrontare la grotta muovendosi e progredendo all’interno della grotta come fanno gli speleologi. All’inizio dell’attività la guida spiega come muoversi, come affrontare certi passaggi, quali possono essere le difficoltà, ecc.

La differenza rispetto a un ambiente protetto come la grotta turistica è soprattutto dovuta al fatto che non c’è un camminamento lineare vero e proprio, non c’è un’illuminazione (bisogna avere sempre una luce frontale sul casco) e l’incedere è molto più lento e accorto.

Entrando in grotta si vanno a toccare e ad affrontare tanti tasti e paure ancestrali: il buio, gli spazi chiusi, gli animali che vivono dentro la grotta. Affrontare poi la grotta e andare a vivere quest’esperienza, forse sotto certi punti di vista arricchisce più della forra. Passata la paura iniziale, non ci sono più barriere, si sente il coraggio di fare qualsiasi cosa. E’ una prova contro se’ stessi.

La grotta è un ambiente protetto e sicuro, a meno che non sia una grotta su una faglia attiva. Ad esempio, se c’è un terremoto, questo non si percepisce all’interno della grotta perchè l’energia viene scaricata sulla superficie e non sotto. Le visite chiaramente si fanno in grotte che assicurano la massima sicurezza.

Come nel torrentismo, se ci sono dislivelli da superare o attraversamenti con piccole ferrate, si sta sempre agganciati in corda sicura.

Non sussiste neanche il problema della temperatura perchè all’interno della grotta è costante e rispecchia la temperatura media della zona in cui ci si trova – nella pedemontana ad esempio è costante sui 13-15 gradi.

Come al solito per un esperienza unica la redazione di Sport Magazine FVG vi consiglia di affidarvi ai nostri amici e partner di  www.visitait.it

Visitait.it propone diverse escursioni dedicate al torrentismo e allo speleo-trekking:

CANYONING – Praticabile tutto l’anno (per ogni stagione c’è la forra adatta – es. in inverno si fa nelle forre asciutte)

Forra Cjanevatte: http://www.visitait.it/attivita/canyoning-fortino-forra-cjanevatte/

Rio Pielungo – Gasparini: http://www.visitait.it/attivita/canyoning-rio-pielungo-gasparini/

Rio La Foce: http://www.visitait.it/attivita/canyoning-rio-la-foce-pn/

Rio Cosa: http://www.visitait.it/attivita/canyoning-rio-cosa-pradis/

Rio Alba: http://www.visitait.it/attivita/canyoning-rio-alba-friuli-venezia-giulia/

SPELEO-TREKKING (O SPELUNKING) – Praticabile tutto l’anno!

Grotta Doviza: http://www.visitait.it/attivita/speleo-trekking-grotta-doviza-friuli/

Grotta delle Agane: http://www.visitait.it/attivita/escursione-grotta-delle-agane-anduins/

Grotta San Giovanni d’Antro: http://www.visitait.it/attivita/escursione-grotta-san-giovanni-dantro/

rssinstagram
4 aprile, 2017|Sport meno conosciuti|

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Adsense

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

RSS 3000sport

Articoli recenti