Windskating ( o Windskate)-Veleggiare on the road-

Windskating ( o Windskate)-Veleggiare on the road-

Facebooktwittergoogle_plus

Dalla fusione fra lo Skateboarding ed il Windsurf nasce il Windskating.

Come per il Kitesurf e lo Snowkiting, anche nel Windskate si sfrutta il vento per avanzare e, al contempo, le stesse tecniche  del windsurf e dello skateboard.

Secondo alcuni studi archeologici si pensa che il primo ad utilizzare una tavola con ruote, munita di vela, fosse l’egiziano Ra Ian, che usava questo mezzo per attraversare i deserti, ben 4000 anni prima di Cristo.

Che sia vero o meno, sappiamo per certo che in Europa fu Arnaud de Rosnay ad introdurre, nel 1962 in Francia, la prima tavola con ruote e una vela, inizialmente con il nome di “Roll-surf”, dal 1978 in poi come Windskate. Per quanto riguarda la diffusione in America, il pioniere fu James Budge (surfer e skateboarder), nella California del 1975. È una disciplina simile al Landkite (a differenza del primo, il Landkite, si può praticare su qualsiasi tipo di terreno).

Nonostante la grande diffusione non esiste nessuna federazione italiana alla quale fare riferimento e non viene nemmeno disputata a livello agonistico, ma, nel tempo, tecniche e materiali si sono evoluti, come in qualsiasi altro sport.

Per praticarlo si suggerisce di indossare i dispositivi di sicurezza individuali (casco, guanti, polsiere, ginocchiere, paraschiena e pantaloncini imbottiti), di percorrere fondi regolari come bitume (considerando il minore attrito al suolo, si acquista velocità facilmente ), sabbia dura o erba, in quest’ ultimi, il fondo attutisce i colpi in caso di caduta.

Sport apprezzato dai surfisti che vivono lontano dal mare, ma anche da chi, il mare, ce l’ha a portata di mano, ma non sempre il vento è adatto a “surfare”, infatti viene utilizzato quando il vento è leggero (bastano pochi nodi per andare in windskate) e nella stagione invernale, quando il freddo intenso rende proibitivo entrare in acqua.

Disciplina dai costi contenuti, non necessita di diversi tipi di vele o di tavole a seconda della specialità che si affronta come nel windsurf; ingombro di minima capienza e di facile trasporto trasporto. Un’altra funzionalità  del windskate è che, alla fine della session, ci si trova vicino all’auto, si riordina il tutto asciutto e pulito,senza dover sciacquare nulla, pronti a rientrare…

Scritto da:

Maura Spiesanzotti

rssinstagram

Leave A Comment

Adsense

Prossimi eventi

RSS 3000sport

Articoli recenti