-Fabio Pappalettera, e i suoi spettacolari video con il Drone- Turismo FVG-

-Spettacolari Reportage fatti con Droni lungo tutto il territorio dell'FVG-

Facebooktwittergoogle_plus

Condividiamo con Piacere questo Stupendo video realizzato da Fabio Pappalettera di  “Drone Reportage”  per i Nostri amici di Turismo FVG.

Drone Reportage nasce da un’ispirazione, quella di vedere e approfondire le bellezze che ci circondano e che spesso ignoriamo da una prospettiva diversa e completa come quella che solo un drone può offrire.

 

Fabio Pappalettera, 31 anni, l’ideatore di “Drone Reportage:

 

Back Sella

Anni di esperienza nel settore turistico e illuminato dall’amore per la fotografia, la natura e gli sport outdoor, mi hanno portato a viaggiare in paesi ove la natura incontaminata e i paesaggi mozzafiato ispirano la ricerca di posti inesplorati che regalano emozioni uniche.

Ogni volta che tornavo da un viaggio, più ricco dentro, cominciavo a vedere i posti che frequento da sempre con occhi e spirito diversi comprendendo che la maggioranza degli autoctoni conosce la propria terra meno dei turisti che la visitano.
E’ per questo che dal 2011 ho cominciato a vedere la mia terra di origine da una prospettiva diversa, che solo gli uccelli possono avere.

L’emozione che ho provato quando friulani sparsi nel mondo mi scrivevano “grazie” con le lacrime agli occhi, dopo la pubblicazione del video Friuli Spettacolare, mi ha fatto capire che ero sulla strada giusta.

Drone reportage si e’ cosi’ specializzata nello creare immagini uniche, in tutte le applicazioni che la video fotografia aerea può venire sviluppata.

In questo lavoro Fabio ha unito la sua passione per i viaggi con quella per i droni. Dopo aver lavorato nell’attività di famiglia, l’hotel Principe di viale Europa Unita, è partito per un lungo viaggio intorno al mondo: è stato in Costa Rica (dove gestiva un bed and breakfast nella giungla), Messico, Hawaii, Kenya, per citare alcuni Paesi.

Oltre a lavorare per mantenersi, ha continuato a coltivare la sua passione per gli sport estremi – come paracadutismo, arrampicata sportiva, taekwondo, immersione con gli squali (ha anche un passato da rugbysta) – ma soprattutto per i droni. Stabilitosi con la famiglia a Udine, ha deciso di avviare la sua attività, Drone Reportage, specializzata in foto e riprese aeree per diversi utilizzi, tra cui turistico, industriale, edilizio, ricerca, nel settore delle infrastrutture. «Ho iniziato utilizzando i droni di qualche mio amico ma poi questa passione è cresciuta nel tempo.

Viaggiando mi sono reso conto di come, molto spesso, i turisti sappiano molte più cose su un luogo rispetto ai suoi abitanti – prosegue. – Quindi, una volta tornato, ho deciso di “riscoprire” la mia terra, andando alla ricerca dei posti più belli di questa regione, molti dei quali mi sono ancora sconosciuti. Ho realizzato questo video con il materiale registrato negli ultimi due anni e mezzo circa, a scopo ludico ma anche per utilizzarlo un domani come“biglietto da visita”.

Il mio obiettivo principale, comunque, era rappresentare le bellezze della mia magnifica terrama non avrei mai immaginato di suscitare questo interesse. Se l’avessi saputo ci avrei messo più impegno nel montaggio», conclude ridacchiando. Ancora più inaspettata, la reazione del “pubblico”: oltre ai residenti in regione, molti commenti (anche in lingue straniere come inglese e spagnolo) sono giunti da friulani che vivono all’estero e discendenti di emigrati.

“Ho voglia di tornare a casa”, “mi manca il Friuli”, “quindi è questa la terra dei miei bisnonni” scrivono alcuni. “Ho guardato questo video con le lacrime agli occhi” commenta invece una signora residente da anni in Texas. «Dai commenti mi sono accorto come molti friulani non conoscessero i posti dietro casa e sono rimasto sorpreso vedendo come alcuni abbiano iniziato a scambiarsi messaggi sotto al mio video – spiega Fabio Pappalettera.

– Allora ho compreso l’importanza di mostrare loro questi luoghi e provo una grande soddisfazione nel sapere che questo video dia modo ai friulani, e non solo, di conoscere meglio la loro terra e di sentirsi più uniti, nonostante le distanze. Ma è solamente un scorcio della nostra magnifica regione: ho in programma altri video in cui voglio mostrare altrettanti luoghi meravigliosi del Friuli».

Tutto, come detto, nasce da facebook.Photo Friuli Venezia Gulia, che mi ha subito colpito peri contenuti caricati dagli altri utenti membri della “community”. Venivano postate soprattutto foto, quindi ho scritto all’amministratrice del gruppo per chiederle se fosse possibile caricare il mio video. Mi ha chiesto di vederlo e, subito dopo, mi ha dato l’ok dicendomi di essere rimasta colpita». Dopodichè, è stata una valanga di click. Ora la rete attende i  prossimi video.

intervista di:

http://www.ilquotidianofvg.it/

Commenta questo articolo
Facebooktwittergoogle_plus
19 Aprile, 2017|

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.