Facebooktwitter

Pancalli: “Meritate questa splendida medaglia”. E domani, probabile bronzo per le cestiste azzurre

Troppo forte il Giappone per le azzurre non udenti del volley, impegnate fino a pochi minuti fa sul campo della finalissima olimpica a Samsun 2017.

Battute per 3-0 dalle asiatiche, ma dopo aver lottato senza risparmio su ogni palla, debbono accontentarsi della piazza d’onore.

Il medagliere provvisorio è a quota 11 (1 oro, 3 argenti, 7 bronzi).

Luca Pancalli: “Complimenti alle ragazze della pallavolo. Ci avete provato fino alla fine. meritate questa splendida medaglia d’argento”.

La squadra di Volley femminile: Volley paralimpico squadra

Intanto domani le ragazze del basket giocheranno per il bronzo contro L’Ucraina, dopo essere uscite sconfitte dalla Grecia (49-33 il risultato) in semifinale, oggi. La squadra di Sara Braida ora è chiamata a sfruttare la chance che le si presenterà davanti sabato contro l’Ucraina, quella di salire comunque sul podio e mettersi al collo la medaglia di bronzo.

Il ko odierno, lo stesso subìto nella semifinale di un anno fa agli Europei di Salonicco, racconta che le elleniche – assenti gli Usa per propria scelta – sono oggi la vera potenza della palla a spicchi femminile sorde.

“Sapevamo che per vincere con loro, che sono le favorite per l’oro, dovevamo fare la partita perfetta, cosa che non è stata – ammette Sara Braida, coach delle azzure -.

Volley paralimpico 1

L’avevamo preparata bene e abbiamo tenuto in difesa, mettendo qualche granello di sabbia nei loro ingranaggi, ma purtroppo abbiamo tirato con pessime percentuali: e non puoi sperare di vincere se chiudi con percentuali così basse”.

La sfida con l’Ucraina è la riedizione della finale degli Europei 2016, che terminò a favore delle azzurre sul filo di lana. Un ricordo che deve trasmettere fiducia a Cascio e compagne, chiamate ad un ultimo sforzo per provare a tornare a casa ‘medagliate’.

Ufficio Stampa e Marketing CIP

Via Flaminia Nuova, 830

00191 – ROMA

Commenta questo articolo
Facebooktwitter